Oil & Gas, produzione di Energia

Impianti di pulizia ad ultrasuoni per eliminare idrocarburi, incrostazioni e altri residui dei processi petrolchimici e di raffineria

Nell’industria petrolifera, la pulizia ad ultrasuoni ad alta potenza apporta grandi vantaggi alle aziende del settore. La potente cavitazione a 28 kHz, insieme a detergenti ad hoc, elimina i residui pesanti dalle attrezzature di processo dell’oil and gas. Le apparecchiature ad ultrasuoni Ultratecno rimuovono, efficacemente e da qualunque superficie, tutti i tipi di sporco, dovuti ad idrocarburi e sottoprodotti della raffineria.

Per la manutenzione comune delle raffinerie, le nostre vasche ad ultrasuoni della serie ACM , si trovano, generalmente, nell’officina di manutenzione. Vengono utilizzate anche negli impianti off shore. Ultratecno fornisce la soluzione piú efficiente per la pulizia di tutti i tipi di pezzi: scambiatori di calore molto piccoli, scambiatori a piastre, filtri e componenti di estrazione, filtri di ciminiere, carcasse, valvole, catene, pompe, gruppi idraulici, grandi scambiatori a fascio ecc.

Durante lo stop per manutenzione, è possibile utilizzare i macchinari ad ultrasuoni per la pulizia di grandi componenti di processo. Uno degli usi più comuni è la pulizia di scambiatori di calore da residui ed incrostazioni.
Ultratecno ha sviluppato un container trasportabile per la pulizia ad ultrasuoni, CCM – Container Cleaning Machine che può essere temporaneamente installato presso la location di manutenzione dell’impianto, durante l’interruzione delle attivitá. Questa vasca ad ultrasuoni montata nel container è adatta all’uso in esterni, grazie ad un generatore di energia autonomo e ad una costruzione resistente agli agenti atmosferici. É quindi possibile, grazie a queste caratteristiche, eliminare le incrostazioni dello scambiatore di calore a fascio tubiero, anche dei componenti piú grandi, durante lo stop per manutenzione della raffineria.

Mantenere puliti gli scambiatori di calore é determinante per il corretto trasferimento del calore. Le interruzioni programmate per la pulizia degli scambiatori contribuiscono ad un miglior funzionamento degli impianti e ad un ingente risparmio.

Se confrontiamo la pulizia ad ultrasuoni con il metodo tradizionalmente utilizzato per pulire gli scambiatori di calore – l’acqua ad alta pressione – la pulizia con ultrasuoni degli scambiatori consente un considerevole risparmio di acqua, mano d’opera ed elettricitá rispetto al getto d’acqua ad alta pressione.

Ad esempio, il getto d’acqua ad alta pressione utilizza oltre 20.000 litri d’acqua per un solo scambiatore di calore; inoltre tutta l’acqua utilizzata deve essere trattata. Con la pulizia ad ultrasuoni, l’acqua utilizzata é si mantiene nella vasca durante la pulizia di varie unitá. Il metodo di pulizia ad ultrasuoni non può danneggiare la superficie come getti ad alta pressione e riduce anche i problemi di sicurezza connessi al lavaggio con getto ad alta pressione. Grazie alla pulizia ad ultrasuoni d’alta potenza, gli scambiatori di calore a fascio mantengono le loro condizioni di funzionamento ideali.

  • Manutenzione di impianti petrolchimici
  • Pulizia industriale
  • Attività in alto mare, off-shore
  • Impianti terrestri, on-shore
  • Chiusura per attivitá di manutenzione
  • Pulizia di emergenza
  • Scambiatori di calore
  • Componenti di estrazione
  • Filtri delle ciminiere
  • Carcasse di rivestimento
  • Valvole
  • Piastre saldate
  • Tubi alettati
  • Componenti di scambio termico
  • Catene
  • Gruppi idraulici
  • Oli pesanti
  • Lubrificanti
  • Bitume
  • Grasso
  • Incrostazioni
  • Ossido
  • Altri sottoprodotti residui di raffineria

scambiatore calore

Open chat